Stagioni concertistiche » Achivio » Notturni in Villa - XXIII Edizione 2016

NOTTURNI
Concerti, social musica, teatro, liberamenti ispirati a...
le sei icone di Milano 2016

XXIII EDIZIONE
Castello Sforzesco
Cortile delle Armi
Milano
09.07.16-06.08.16

Sabato 9 luglio ore 21.30 Liberamente ispirato a “Canestra di frutta” del Caravaggio CHIAROSCURO Tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio Con Gaetano Coccia, Francesco O. De Santis, Antonella Parrella
Messa in scena TEATRI 35
Musiche dal vivo eseguite da MILANO CHAMBER ORCHESTRA Michele Spotti - direttore

Tableaux vivants, ovvero quadri viventi, è la rappresentazione scenica di un’opera d’arte; nata come tecnica nel settecento, ebbe in Europa il suo periodo di massimo splendore nel secolo XIX, ma venne utilizzata molto anche nel cinema, ad esempio da Pier Paolo Pasolini. Prendendo come punto di partenza la “Canestra di frutta” del Caravaggio, si snoda un percorso che mette in scena alcuni dei grandi capolavori caravaggeschi. Uno spettacolo di grande impatto emotivo che prende forma sotto gli occhi degli spettatori, ben 19 tele saranno interpretate dagli attori con l’ausilio di un’abile regia luci e pochi oggetti in scena. Elemento essenziale dello spettacolo è la musica, eseguita in scena e dal vivo dall’orchestra, con una scelta di brani di musica barocca, che amplifica la drammaticità e suggestione della performance.



Musiche

T. Merula Ciaccona
G.F.Haendel Sarabanda J.S.Bach Concerto per due violini, archi e basso continuo in re minore (BWV 1043) II movimento: Largo ma non tanto
C. Monteverdi Sì dolce tormento
A. Vivaldi Stabat Mater Dolorosa
T. Albinoni Adagio in sol minore
T. Merula Or ch’è tempo di dormir

I quadri rappresentati

Caravaggio Canestro di Frutta 1598-99 c.
Caravaggio Adorazione dei pastori 1609 c.
Caravaggio San Matteo e l’Angelo 1602
Caravaggio Crocifissione di San Pietro 1601
Caravaggio Martirio di Sant’Orsola 1610
Caravaggio Resurrezione di Lazzaro 1609
Caravaggio Decollazione del Battista 1608
Caravaggio Giuditta decapita Oloferne 1599
Caravaggio Incoronazione di spine 1603
Caravaggio Crocifissione di Sant’Andrea 1607
Caravaggio San Giovanni Battista 1605 c.
Caravaggio Maddalena in Estasi 1606 c.
Caravaggio Salomè con la testa del Battista 1609-10 c.
Caravaggio Madonna di Loreto (Madonna dei Pellegrini) 1604-05
Caravaggio Bacio di Giuda 1602
Caravaggio Negazione di Pietro 1609-1610
Caravaggio Incredulità di San Tommaso 1600-1601
Caravaggio San Francesco in Estasi 1595 c.
Ottavio Leoni Ritratto di Caravaggio 1621



Note sullo spettacolo

La performance sui Tableaux Vivants “chiaroscuro” affonda le radici in un’esperienza laboratoriale di svariati anni che pone al centro il corpo dell’attore.
Arrivare alla costruzione del quadro non è il fine; ciò che viene ricercata è una modalità di lavoro in cui il corpo è semplice strumento, un mezzo alla pari di una stoffa o di un cesto. Il singolo attore in scena compie azioni sonore, azioni inserite in una partitura musicale in cui ogni gesto è in funzione di una meccanica, di un ingranaggio in cui ciò che viene eseguito è strettamente necessario.
Nulla è lasciato al caso così come nulla è superfluo. La dinamica della costruzione trova il suo equilibrio nella sospensione musicale di uno stop, nel fermo immagine di un’azione in divenire che costringe il corpo ad una tensione muscolare viva e pulsante.
In questa ricerca Caravaggio è stato per Teatri35 un incontro provvidenziale, un veicolo di recupero della teatralità che ha permesso di trasformare il laboratorio in un atto scenico in cui il corpo, colto nella sua intrinseca condizione di imperfezione, si mostra attraverso il pudico gioco tra luce e ombra che svela senza

Programma

Scarica locandina


Info e Biglietti

Luogo evento